Futsal Futbol Cagliari - Official Website

NEWS - FINAL FOUR COPPA ITALIA SERIE C1: TUTTO PRONTO PER LA SEMIFINALE FFC-MATTAGNANESE (SABATO ORE 20.30). PICCOI: SIAMO PRONTI E CE LA GIOCHIAMO

Pubblicazioni

NEWS

FINAL FOUR COPPA ITALIA SERIE C1: TUTTO PRONTO PER LA SEMIFINALE FFC-MATTAGNANESE (SABATO ORE 20.30). PICCOI: SIAMO PRONTI E CE LA GIOCHIAMO

Pubblicato il: 06/04/2018 - 19:36
Scritto da: Addetto Stampa - Matteo Piga
Stampa Articolo


FINAL FOUR COPPA ITALIA SERIE C1: 
TUTTO PRONTO PER LA SEMIFINALE FFC-MATTAGNANESE (SABATO ORE 20.30). PICCOI: SIAMO PRONTI E CE LA GIOCHIAMO
È già tutto pronto al Palakilgour di Ariccia, dove domani si accenderanno i riflettori per le attesissime sfide della Final Four di Coppa Italia Serie C1. Manca poco per i primi match, il via alle gare è sabato 7 aprile (domenica 8 la finale), e a giocarsi le sue chance di vittoria c’è la Futsal Futbol Cagliari. Reduci dalla promozione in serie B con tre giornate di anticipo i rossoblu volano in provincia di Roma dove sabato, dalle 20.30, scenderanno in campo per la semifinale contro la Mattagnanese. “Ci siamo e ce la giocheremo”, dice il tecnico Ffc Massimiliano Piccoi che chiede ai ragazzi di mettere alle spalle i traguardi già raggiunti per affrontare al meglio la sfida contro i toscani.  “La promozione in serie B era il nostro obiettivo stagionale - aggiunge il mister rossoblu – ma ora che l’abbiamo guadagnato pensiamo a giocarci questa grande sfida che rappresenterebbe la ciliegina sulla torta per il mio gruppo. Siamo la prima squadra sarda a giocarsi un traguardo così importante che rappresenterebbe il giusto palcoscenico per le carriere dei ragazzi, anche per quelle di chi ha giocato già ad alti livelli”. 
E se il player manager della Mattagnanese, Andrea Bearzi dovrà far a meno del bomber Leroy Righieschi, dall’altra la Ffc non potrà contare su Alberto Melis ancora infortunato. Per il resto tutti a disposizione e dopo la settimana di preparazione, filata senza intoppi, ora si pensa alla gara. “Non faremo calcoli perché sappiamo di affrontare una squadra molto forte e ben organizzata, come d’altronde lo sono tutte quelle approdate alle Final Four (Aquile Molfetta e Real San Giuseppe le altre due semifinaliste) – aggiunge il mister - ma noi siamo pronti a goderci tutte le emozioni che possono arrivare da una manifestazione simile. Non abbiamo nulla da perdere e ce la giocheremo consapevoli di dover buttare il cuore oltre l’ostacolo e chi ne avrà di più passerà il turno – conclude Piccoi – poi sarà tutta un’altra storia”.

È già tutto pronto al Palakilgour di Ariccia, dove domani si accenderanno i riflettori per le attesissime sfide della Final Four di Coppa Italia Serie C1. Manca poco per i primi match, il via alle gare è sabato 7 aprile (domenica 8 la finale), e a giocarsi le sue chance di vittoria c’è la Futsal Futbol Cagliari. Reduci dalla promozione in serie B con tre giornate di anticipo i rossoblu volano in provincia di Roma dove sabato, dalle 20.30, scenderanno in campo per la semifinale contro la Mattagnanese. “Ci siamo e ce la giocheremo”, dice il tecnico Ffc Massimiliano Piccoi che chiede ai ragazzi di mettere alle spalle i traguardi già raggiunti per affrontare al meglio la sfida contro i toscani.  

“La promozione in serie B era il nostro obiettivo stagionale - aggiunge il mister rossoblu – ma ora che l’abbiamo guadagnato pensiamo a giocarci questa grande sfida che rappresenterebbe la ciliegina sulla torta per il mio gruppo. Siamo la prima squadra sarda a giocarsi un traguardo così importante che rappresenterebbe il giusto palcoscenico per le carriere dei ragazzi, anche per quelle di chi ha giocato già ad alti livelli”. E se il player manager della Mattagnanese, Andrea Bearzi dovrà far a meno del bomber Leroy Righieschi, dall’altra la Ffc non potrà contare su Alberto Melis ancora infortunato. Per il resto tutti a disposizione e dopo la settimana di preparazione, filata senza intoppi, ora si pensa alla gara.

“Non faremo calcoli perché sappiamo di affrontare una squadra molto forte e ben organizzata, come d’altronde lo sono tutte quelle approdate alle Final Four (Aquile Molfetta e Real San Giuseppe le altre due semifinaliste) – aggiunge il mister - ma noi siamo pronti a goderci tutte le emozioni che possono arrivare da una manifestazione simile. Non abbiamo nulla da perdere e ce la giocheremo consapevoli di dover buttare il cuore oltre l’ostacolo e chi ne avrà di più passerà il turno – conclude Piccoi – poi sarà tutta un’altra storia”.


Torna all'elenco NEWS
Powered By IT Euromedia Srl